Alla scoperta della Sicilia orientale ( Catania, Acireale, Aci Trezza, Etna, Taormina, Siracusa. Noto, Modica, Ragusa Ibla).

Premessa
Viaggiare in Sicilia non è facile: 1. le strade fanno veramente schifo e solo in autostrada ci si riesce a muovere, mentre le statali rendono ogni spostamento una traversata; 2. I mezzi pubblici, manco a sottolinearlo, sono da terzo mondo, quindi – se non si ha una macchina a disposizione – è meglio non andare in Sicilia; 3. La disorganizzazione regna sovrana anche per quanto riguarda l’accesso ai siti turistici, visto che chiudono prestissimo e non c’è nemmeno un sito internet che indichi gli orari. Io, ad esempio, non ho potuto visitare il parco archeologico di Neapolis a Siracusa perché quel giorno chiudeva inspiegabilmente alle 13, né il teatro di Taormina, che ha chiuso alle 16. Tutto ciò nell’era di internet è davvero inconcepibile.
Tanto più che la Sicilia è una delle regioni più affascinanti, ricche e belle del mondo e non merita che stato italiano continui a trattarla da colonia, perché 153 anni fa ha avuto la sventura di perdere la guerra di occupazione.

Leggi l'articolo →