Ferrara in un giorno. 10 cose da visitare.

dav

A me è sempre piaciuto vivere nelle grandi città.

Ciò fermo restando, se dovessi derogare alla mia indole e dovessi scegliere una città di piccole dimensioni in cui trascorrere la mia routine, Ferrara sarebbe in cima alla lista dei miei desideri. Trovo che sia un centro con un altissimo senso civico, ma anche pieno iniziative culturali di ogni sorta. Ad esempio l’ultima settimana di agosto qui si tiene uno dei più entusiasmanti festival per gli artisti di strada d’Europa,  festival che ho avuto l’onore di osservare dal vivo assieme ai miei genitori nel corso della mia prima visita a Ferrara nel 1995.  Così,ora che vi sono tornato, ho pensato a come deve essere bello vivere nella suddetta città  e muoversi allegramente in bicicletta per il  suo centro pedonalizzato. Anzi, a dirla tutta, mi sarebbe piaciuto visitarla in bicicletta  anziché a piedi proprio per sentirmi un vero Ferrarese almeno per un giorno.

1.PALAZZO DEI DIAMANTI

dav

Ciò nonostante visitare Ferrara è davvero facile e rilassante. Il tour, invero, può iniziare dal celeberrimo palazzo dei Diamanti, palazzo che ha assunto questa denominazione per via dei circa 8500 blocchi di marmo ( c.d. bugnato)  che creano degli stupendi effetti  prospettici. L’edificio oggi  è sede di una pinacoteca con opere risalenti soprattutto al periodo rinascimentale.

2. CASTELLO D’ESTE

IMG_20170424_132337.jpg

Dopodiché si può proseguire e raggiungere in 5 minuti il simbolo della città: il castello estense. A questo castello personalmente mi legano dei ricordi da viaggiatore imberbe. E, invero, quando ero un bambino e non avevo un buon rapporto con le macchine fotografiche, ero costretto a immortalare nella mia testa le cose che vedevo. Una di queste e’ stato il Castello Estense di Ferrara che, da piccolo, mi ha sempre affascinato col suo fossato e il suo ponte levatoio. Per questo motivo ritrovarlo dopo tanti anni è stata per me una emozione davvero particolare. Tanto più che,  quando vi sono arrivato, le strade ad esso adiacenti erano animate da una rievocazione storica della fine della seconda guerra mondiale con mezzi militari d’epoca e centinaia di manifestanti. L’interno del Castello, inoltre, è molto suggestivo e, da una parte ospita delle anguste prigioni, dall’altra gli appartamenti ducali.

3. LA CASA COMUNALE

sdr

Accanto al Castello estense vi è poi l’antica piazza delle Erbe ( oggi denominata piazza Trieste e Trento) che  ospita due edifici molto importanti. Il primo è il municipio del comune di Ferrara che, fino al al XVI secolo, fu sede ducale degli Este.

4. IL DUOMO

dav

Il secondo è, invece, il Duomo dedicato a San Giorgio. Da sottolineare vi è la circostanza che la facciata è in marmo bianco, e presenta logge, arcatelle, rosoni, finestroni strombati, statue e numerosissimi bassorilievi. Nella parte centrale della facciata risalta il prototiro, sorretto da leoni e  telamoni, sormontato da una loggia a baldacchino con la statua della Madonna con il bambino (aggiunta tardogotica) e, in alto, è scolpito un Giudizio Universale di influenza gotico-francese.

5. IL GHETTO EBRAICO

sdr

Una volta superata piazza delle Erbe, ci si può quindi dirigere verso il ghetto ebraico, dove antiche botteghe, strade silenziose e strette, nonché edifici in stile rinascimentale permettono al visitatore di fare un viaggio indietro nel tempo

6. SANTA MARIA IN VADO.

Nel silenzio dei vicoli di Ferrara ci si imbatte poi nella bella Chiesa di S. Maria in vado, il cui nome deriva dal guado (vado) del Po, fiume che si trovava nelle vicinanze. Nel 1171 fu sede di un miracolo eucaristico: spezzando un’ostia consacrata durante una funzione religiosa, da essa zampillò sangue bagnando la volta che copriva l’altare.

7 PALAZZO SCHIFANOIA

A poca distanza dalla predetta Chiesa, vi è poi palazzo palazzo Schifanoia il cui nome deriva  da “schifare la noia” proprio per la funzione ludica che per gli estensi assolveva. L’edificio, costruito alla fine del ‘300, oggi è sede del principale museo civico della città.

8.   VIA DELLE VOLTE E VIA SAN ROMANO

dav

Infine, a parer mio, il giro del centro storico di Ferrara può concludersi con una passeggiata per due delle strade più caratteristiche della città:  via delle volte e via San romano. Le prima, più in particolare, è pavimentata da un rustico acciottolato in pietre di fiume, tipico della città medievale, e si connota per i numerosi archi e passaggi sospesi che la attraversano ( dando così il nome alla via).

9.  L’EDILIZIA FASCISTA

Molto interessante è fare poi una passeggiata per via Cavour,dove si può ammirare l’edilizia razionalista degli ’30 che molto ha caratterizzato Ferrara. In particolare si possono osservare i palazzi delle poste, l’Inail, l’Inps e l’ex casa del fascio.

10. CA’ D’FRARA 

iduecavallini3

Ciò fermo restando non si può lasciare Ferrara senza aver provato la sua cucina tradizionale. Un porto sicuro è il ristorante Ca‘ d’Frara in via del Gambero. Qui ho provato i  salumi locali, i cappellacci, il pasticcio alla ferrarese, la salama da sugo e la crema fritta.

Annunci

8 risposte a “Ferrara in un giorno. 10 cose da visitare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...