Ristorante giapponese Hachi: il sushi bonsai che svuota il portafogli.

Prima di commentare ciò che ho mangiato in questo ristorante giapponese, consentitemi – scontrino alla mano – di partire dalla fine, cioè dal conto.

scontrino-jpg-large

Trovo infatti profondamente incivile, nonché contrario ad ogni principio di correttezza e buona fede contrattuale aver dovuto pagare, oltre al coperto,  una percentuale aggiuntiva del 10%   per il servizio, voce calcolata sul conto finale e persino sullo stesso coperto ( quindi pagato due volte).

E’ una pratica questa che, nel mondo, è attuata secondo queste modalità solo in alcuni  locali del Vomero.

Invero, per fare un esempio, in Usa pure si usa far pagare il servizio in base ad una percentuale fissa, ma con le seguenti differenze: a)  non si paga il coperto; b) il cibo da asporto ha lo stesso costo rispetto a quello consumato al tavolo, quindi si paga effettivamente il servizio; c) è nella facoltà del cliente pagarlo o meno; d) comprende anche la mancia.

Al Vomero invece alcuni ristoratori hanno pensato bene di far pagare sia le voci addizionali tipicamente italiane che quelle americane, con l’ovvia conseguenza che il conto finale risulta immotivatamente raddoppiato rispetto a ciò che dovrebbe essere.

Passando poi alle cose interessanti, cioè al cibo, va detto che Hachi è  stato il mio primo ristorante giapponese e, pur avendo provato negli ultimi anni decine di altri locali che offrono sushi,  vi sono sempre tornato con l’affetto che si concede al primo amore.

Sennonché, molto a malincuore, devo esternare tutta la mia delusione e l’intenzione di non tornare mai più in questo locale alla luce del trattamento ricevuto.

Analizziamo, quindi, ancora una volta lo scontrino partendo dall’inizio.

Innanzitutto l’Actarus, cioè la classica barca di sushi da 60 pezzi.
Al riguardo va infatti detto che, sebbene la presentazione sia stata molto spettacolare,  all’atto pratico tra i “60 pezzi” erano conteggiati anche dei pezzi di sushi…bonsai che mi hanno lasciato a dir poco interdetto. Il sushi, invero, era di ottima qualità e anche molto sperimentale, direi quasi gourmet, ma del tutto insufficiente per quattro persone  ( non parliamo poi della “barca da 40 pezzi”:chi l’ha ordinata probabilmente sarà andato a mangiarsi una pizza fritta subito dopo).

giappo

Barca da “60 pezzi”

Nulla da eccepire, invece, sui rolls california, i nagoya e i noodless con verdura e pesce: erano di ottima qualità e li ho saputi apprezzare.

Viceversa, sulla scorta di quanto già espresso relativamente ai costi del servizio e del coperto, non ho apprezzato per nulla i rincari relativi alle cose da bere. Sinceramente è inconcepibile pagare 25 euro per un prosecco anonimo e scialbo, nonché dover ordinare continuamente acqua perché, molto furbescamente, viene servita solo una bottiglia da 0.46 ( ripeto: 0.46 cl!) del tutto insufficiente per una persona e fatta pagare come una bottiglia normale.

In sintesi quindi, per le condotte testé esposte, il modo in cui Hachi viene gestito dall’attuale “direttore” non mi piace per nulla. Si mangia un buon sushi, ma se ne mangia poco e a caro prezzo per via di certe furbate che rendono economicamente nell’immediato, ma che alla fine si ritorceranno contro se non si punta a fidelizzare la clientela. Se fossi andato in un altro ristorante giapponese dello stesso livello, credo che avrei pagato quasi la metà  e – siccome il valore dei soldi va rispettato – in futuro  soddisferò altrove la mia voglia di sushi allo stesso modo in cui hanno deciso di fare già molti avventori. Prova ne sia la circostanza che sabato scorso, mentre la maggior parte dei locali – anche giapponesi – erano strapieni già dalle 8 e avevano delle liste d’attesa notevoli, da Hachi ci si poteva accomodare subito. Vorrà dire qualcosa, no?

Prezzo 4,5

Cibo 7

Servizio 6

Location 6

VOTO FINALE 5,5

I ristoranti giapponesi di Napoli. Il top e il flop.

Annunci

10 risposte a “Ristorante giapponese Hachi: il sushi bonsai che svuota il portafogli.

  1. Però la cosa bella dello scontrino è che non devi prendere la calcolatrice, ma ti dice già quanto è l’importo a testa.
    Sono ovviamente sconcertato dal fatto di pagare coperto + servizio, cosa che comunque capitò anche a me in una pizzeria a Venezia, pagando l’inverisimile. Avrei dovuto tenerlo, quello scontrino.

    Mi piace

  2. Premetto, non mi piace il giapponese quindi non ci vado mai, per le cose sconcertanti sono oltre al discorso servizio+coperto inaccettabile, pagare 25 euro per una bottiglia di prosecco da 0.46…a parte il fatto che non ordinerei mai del prosecco in un ristorante giapponese, per quei soldi dev’essere un vino favoloso altrimenti la bottiglia te la infilo…
    Bicchiere vino bianco 5 euro?…e che vino è?….io con quei soldi ci compro una bottiglia di quello buono….

    Mi piace

    • Purtroppo ormai ovunque vai il calice di vino lo paghi 5 euro, da questo non si scampa. Ciò nonostante spesso è un buon vino, mentre nella specie era – come già precisato – piuttosto….scarso.
      Ciò fermo restando, lasciando stare il rincaro assurdo sul vino, è il giochetto sull’acqua ad essere davvero intollerabile.
      Pagare 2 euro una bottiglina da 0.46 significa ….versare 6 euro per meno di un litro e mezzo d’acqua!!!!!!
      In quale altro locale ci sono questi rincari?
      Hachi è considerato tra i migliori giapponesi di Napoli ( tanto è vero che su tripadvisor è 15° nella classifica assoluta, mica roba da ridere!), ma si vede che troppo successo dà alla testa.

      Mi piace

  3. Guardo lo scontrino…..e quasi non ci credo:quasi metà del prezzo dovuto non è relativo al cibo ma a cose accessorie. Insomma, roba da denuncia!

    Mi piace

  4. Io sono una appassionata della cucina giapponese e almeno un paio di volta al mese mi piace mangiare sushi. Per questo conosco molto bene Hachi, essendoci andata miliardi di volte, e ho notato anche io che dopo l’estate è molto cambiato ( e non solo dal punto di vista estetico). I prezzi sono assolutamente fuori mercato e sono spropositati esattamente come ben documentato nella recensione. Troppo successo ahimé ha fatto loro male…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...