– Anche questa è arte! – ( Guernika – Bilbao – 34 km, tappa 5, capitolo 6 )

-12 giugno  tappa 5 – -Guernika- Bilbao, 34 km Anche questa è arte!

Andare avanti significa progredire in santità; si retrocede, invece, se si rinuncia allo sviluppo della vita cristiana –
 ————————————————-
Piove a dirotto e siamo tutti molto preoccupati per lo stato in cui si troveranno i sentieri. D’altra parte Cema e Pep  sono al loro ultimo giorno e così propongono di violare una delle regole auree di ogni pellegrino, ovvero di prendere un treno fino a Bilbao. La scelta non è facile, ma, dopo alcuni minuti di attesa nella speranza che la pioggia diminuisca di intensità e ci permetta di guadagnare “altro tempo”per decidere, sia io che Manolo cediamo alle pressioni per consentire agli altri compagni di viaggio di raggiungere Bilbao e tornarsene a casa. Manolo, però, si sente colpito al cuore, tanto è vero che sul treno si mette in disparte. Lo noto e lo compatisco, ma, senza pensarci, anche io faccio lo stesso e me ne sto per i fatti miei: lo spirito del cammino è stato ufficialmente tradito. Su Bilbao sono prevenutissimo, chiunque ci sia stato mi ha detto che è la città più brutta del mondo, però il biglietto da visita con la quale si presenta non è malvagio: una bella Chiesa, un canale e ai lati tante casette colorate che la rendono molto particolare. E’ proprio vero, quando non ci aspetta nulla, ogni sorpresa ci appare bellissima. Appena scesi dal treno  attraversiamo un ponte e un quartiere periferico pieno di arabi, poi incrociamo lo stadio di calcio dell’Atletico di Bilbao. Ci fermiamo ad un bar e subito dopo è tempo di saluti: Cema se ne torna a casa. Proseguiamo in tre a caccia dell’albergue de los peregrinos, ma anche qui la ricerca è vana, così ci accontentiamo dell’ “hilton dei pellegrini” – come lo definisce un pellegrino americano che incontriamo – un hotel con prezzi speciali per noi camminanti. Sono appena le 11, ha smesso di piovere e il rammarico per aver preso il treno aumenta non poco. Ad ogni modo preferisco pensare a godermi una giornata da “turista normale” per Bilbao. La città, purtroppo, ha avuto da sempre una vocazione industriale, così di cose da visitare ce ne sono davvero poche. Ovviamente c’è il Guggenheim, ma a me la parola “arte moderna” mette ansia. Io e Pep andiamo comunque a visitarlo, Manolo – invece – declina l’invito: “non sono persona da museo io!” Devo, tuttavia, ammettere che, a parte qualche “opera d’arte” che mi  ricorda tanto un film di Luciano De Crescenzo e una sedia sulla quale mi stavo sedendo come nel suddetto film – le creazioni pregevoli non mancano. Comunque, dopo la visita, ci ricongiungiamo con Manolo per andare a pranzare. Entriamo in un locale enorme, molto spartano e senza pretese, in cui ci saranno almeno duecento tavoli e in cui ci viene proposto un menù a € 7 con primo, secondo e dolce. Ovviamente l’argomento principale di discussione è relativo alla convenienza del posto. Con la pancia piena, però, si ragiona meglio e anche le nostre conversazioni si fanno più interessanti, benché una visita più approfondita del centro di Bilbao ci faccia subito capire che la città non ha molto altro da offrire. Tanto più che inizia di nuovo a piovere e la giornata è definitivamente rovinata. Manolo, però, stavolta non perde tempo di fronte alla nuova incombente minaccia e si infila subito in un taxi. Io all’inizio mi rifiuto – siamo pur sempre p-e-l-l-e-g-r-i-n-i e due trasgressioni in un giorno sono troppe! – ma poi sono costretto a cedere anche in questa occasione. Manolo, d’altra parte, riesce a farci pagare pochissimo, come se avessimo preso un autobus. Come avrà fatto?
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...