Appuntamento con Santiago ( Teo – Santiago, 14 km. NONA tappa. Diario del cammino portoghese).

24 luglio – Volevamo arrivare alla meta nel modo più soft possibile, invece negli ultimi tre giorni abbiamo sempre superato i 30 km giornalieri promettendoci che non l’avremmo fatto più. L’Apostolo, infatti, non vuole mai aspettare e – quando ti invita a casa sua – pretende, anche con un pizzico di prepotenza, che tu sia puntuale. Ogni mio cammino si è, infatti, concluso con una progressione quasi contro la mia volontà. Stavolta, tuttavia, a costringermi ad arrivare tanto presto non è stata tanto l’adrenalina, ma semplicemente la necessità frivola di trovare un albergue. Non so se a Santiago  troverò più un posto per dormire, ma in fondo ora che importa? Ormai siamo a meno 14 km e Marco, Antonio e il sottoscritto vogliamo prendercela davvero comoda. Ci mettiamo, infatti, quasi quattro ore per arrivare alla piazza di Obradoiro. L’arrivo è del tutto diverso rispetto a precedenti e non solo perché passiamo per il lato opposto rispetto al Monte de Gozo e attraversiamo tutta la periferia, ma soprattutto perchDSC02296é per me è quasi come tornare a casa in un posto a me caro. Non ci sono lacrime, né risate isteriche. Sono solo felice di esserci di nuovo e di esserci con mio cugino Antonio, il quale mi rivela di aver finalmente capito che il cammino non è un semplice trekking, ma un’esperienza più profonda che ti plasma. Alle undici, infine, quasi senza accorgercene, siamo davanti alla nostra Cattedrale e poi in fila per ritirare la Compostela. Nella ressa riesco ad intercettare anche la proposta di un alloggio di fortuna fattami da una signora mezza matta e, quindi, a risolvere nella maniera più indolore possibile quello che si rivela un falso problema. La stanza locata, in verità, non è pulitissima, ma noi – almeno per oggi – ci possiamo accontentare. Ci basta una doccia, un panino e un po’ riposo.

Sennonché, tra una cosa e l’altra,  l’una è passata da un pezzo e ci siamo scordati di andare all’appuntamento con Santiago – il ragazzo che ci ha aiutato ieri, non l’Apostolo – che molto gentilmente ci aveva invitato per festeggiare il suo onomastico. Ci perdonerà?

Nel chiedercelo si è già fatta una certa e alle 18 siamo già in piazza in attesa del grande spettacolo pirotecnico di mezzanotte. L’accesso alla cattedrale è interdetto e,  siccome secondo voci di corridoio domani dovrebbe arrivare re Felipe, la presenza di polizia è a dir poco massiccia. Noi, tuttavia, non ce ne facciamo un problema perché ci siamo portati tutto il necessario per sopravvivere. Tanto più che Antonio tenta ripetutamente di farsi dare un assaggio della torta di Santiago dagli innumerevoli negozietti che la vendono.  Quando poi la piazza si riempie del tutto, anche l’atmosfera diventa più festosa tra battute e risate. E’ però lo spettacolo di mapping 3Da rendere la serata unica. Tanto più che  la trasmissione televisiva che diffonde l’evento in diretta decide di intervistarmi  e mandarmi in onda. Da questo momento in poi proverò l’ebbrezza di essere famoso per circa 24 ore: decine di persone, infatti, mi fermeranno in strada per chiedermi se ero io il ragazzo apparso in tv. Rivediamo, infine, anche le tre spagnole conosciute a Briallos e con loro andiamo a bere qualcosa, ma è ben altro ciò che mi rimarrà di questa giornata:  la gioia di un  pellegrino irlandese di quasi 60 anni che ha deciso di percorrere il cammino di Santiago dopo aver sconfitto il cancro. Io non so dove abbia trovato la forza, ma so che ha vinto ancora una volta. E questo, in fondo, è l’unica cosa che conta. Con lui mi fermo a parlare anche di Bobby Sands, Daniel O’ Connell, Michael Collins, nonché di Regno delle Due Sicilie e Carmine Crocco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...